Tavolo Allungabile FACTORY BICOLOR

Tavolo FACTORY BICOLOR

Vi presento Factory Bicolor il Must del momento.

Si tratta di un tavolo allungabile robusto e MADE IN ITALY caratterizzato dal doppio colore:
piano e allunghe laccato bianco poro aperto, gambe frassino massello tinto naturale.

Ideale per grandi sale soggiorno in quanto pensato per ospitare 10 persone circa!!!
Nel nostro catalogo on line potrete trovare inoltre numerose sedie da poter abbinate a questo originale

e unico tavolo.
Vi suggerisco qualche modello:

Sedia Wood scocca in plastica e struttura incrociata in legno naturale;
Sedia Shell Dress scocca in tessuto tinta unita e struttura incrociata in legno naturale, disponibile anche con tessuto patchwork;
Sedia Italy abbinata al tavolo come nella foto, scocca in tessuto e gambe in legno naturale.

Scoprite tutto direttamente sul nostro sito!

Follow Us!

 

 

Decorazioni di Pasqua

Decorazioni di Pasqua

Decorazioni di Pasqua

La Pasqua ormai è alle porte ed è tempo di pensare alle decorazioni pasquali e primaverili che rallegrano gli occhi e lo spirito e piacciono tanto anche ai bambini. Abbiamo pensato a delle decorazioni fai da te per Pasqua belle e semplici che potrete realizzare anche con l’aiuto dei vostri figli.

1. Albero di Pasqua– Teneri pulcini di stoffa per addobbare rametti, tante uova vere ma anche di cartapesta o cartone dipinte a mano, fiori veri o finti, foglie e farfalle.
E’ così scenografico, allegro e colorato che farà bella mostra di sè anche per tutto il resto della primavera e in estate.

Come-realizzare-un-Albero-di-Pasqua-per-decorare-la-Casa

2. Decorazioni con uova – L’uovo è il simbolo per eccellenza della Pasqua e di conseguenza è anche la forma più amata quando si pensa alle decorazioni fai da te. Le uova di Pasqua non sono solo quelle di cioccolato, ma si possono creare bellissimi ovetti usando la carta, la stoffa, il pannolenci, le perline, l’ovatta, oppure creandoli all’uncinetto. Si possono dipingere sulla plastica adesiva e attaccare ai vetri.

decorazioni-pasqua-fiori-centrotavola

3. Lavoretti a forma di uovo, coniglio e pulcino – L’agnellino, il pulcino, la pecorella e soprattutto i coniglietti sono gli animaletti più amati quando parliamo di Pasqua e decorazioni.

4. Decorare con i fiori – Pasqua cade sempre a primavera, e la primavera è quella stagione di rinascita nella quale la natura ci regala il suo spettacolo più bello con fiori di ogni foggia e colore, foglie di mille tonalità di verde e alberi da frutto più decorati di un abito da sera d’alta moda.

5. Centrotavola e segnaposto – La Pasqua porta con sè la promessa di mangiate appetitose intorno a tavoli addobbati con uova e fiori, ma anche picnic all’aria aperta per godere appieno dei primi assaggi di tepore. Creare centrotavola e segnaposto personalizzati per i vostri ospiti sarà molto divertente, soprattutto perchè potrete usare i materiali più svariati e le combinazioni di colore più vivaci

decorazione-fai-da-te

Follow Us!

Bonus Mobili 2 0 1 6

Bonus Mobili 2016

Bonus Mobili 2 0 1 6

L’approvazione della legge di stabilità n. 208/2015 ha riservato al bene casa proroghe fino al 31 dicembre 2016 delle detrazioni “potenziate” per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e per quelli finalizzati al risparmio energetico. Il prolungamento di un anno anche per il “bonus arredi”, che premia l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici destinati a immobili oggetto di lavori di ristrutturazione; l’introduzione di un “bonus mobili” riservato alle giovani coppie che comprano l’abitazione principale; nuovi sconti Irpef per chi compra appartamenti ad elevate prestazioni energetiche e per chi acquisisce casa tramite locazione finanziaria.
Novità favorevole anche nel settore delle imposte indirette: è ora possibile fruire dell’agevolazione per l’acquisto della prima casa pure qualora ancora si possieda un altro immobile comprato con gli stessi benefici, purché però lo stesso venga ceduto entro un anno.

Bonus ristrutturazioni
Il comma 74 allunga di un anno, fino al 31 dicembre 2016, la possibilità di fruire di uno “sconto” fiscale maggiore per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio: anche le spese sostenute nell’anno in corso danno diritto a una detrazione Irpef nella misura del 50%, da calcolare su un importo massimo di 96mila euro per unità immobiliare.
I lavori che danno diritto al bonus sono quelli di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, effettuati sulle singole unità immobiliari residenziali e sulle parti comuni degli edifici residenziali.
Infine, la detrazione del 50%, sullo stesso importo massimo di 96mila euro, spetta anche in caso di acquisto o di assegnazione di un immobile facente parte di un edificio interamente ristrutturato da un’impresa di costruzione o di ristrutturazione immobiliare oppure da una cooperativa edilizia che, entro diciotto mesi dalla data in cui terminano i lavori, provvede a vendere o assegnare l’immobile.
In questo caso, il beneficio prescinde dal valore degli interventi eseguiti e va calcolato su un importo forfetario, pari al 25% del prezzo di acquisto o di assegnazione dell’abitazione.

Bonus arredi
È sempre il comma 74 a mantenere in vita fino al 31 dicembre 2016 l’agevolazione introdotta, con decorrenza 6 giugno 2013, a favore di chi acquista mobili e grandi elettrodomestici destinati ad arredare un immobile oggetto di lavori edilizi per i quali si fruisce del “bonus ristrutturazioni” nella misura maggiorata del 50%.
Il beneficio consiste in una detrazione Irpef del 50% delle spese sostenute per l’acquisto di quei beni, da calcolare su un importo massimo di 10.000 euro per unità immobiliare, e deve essere fruito in dieci quote annuali di pari importo.
Per averne diritto, occorre che sia stato effettuato uno dei seguenti interventi: manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione su singoli appartamenti o su parti comuni di edifici residenziali; ricostruzione o ripristino di un immobile danneggiato da eventi calamitosi, se è stato dichiarato lo stato di emergenza; restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare oppure da cooperative edilizie che, entro 18 mesi dal termine dei lavori, vendono o assegnano l’immobile.
La data di inizio lavori deve precedere quella di acquisto dei beni, ma non necessariamente le spese di ristrutturazione vanno sostenute prima di quelle per l’arredo.
Deve trattarsi di mobili ed elettrodomestici nuovi. Tra i primi rientrano: letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi, apparecchi di illuminazione (non, invece, porte, pavimentazioni, tende, tendaggi e altri complementi di arredo). Invece, i grandi elettrodomestici danno diritto al beneficio se di classe energetica non inferiore alla A+. Sono considerati grandi elettrodomestici: frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti, forni a microonde, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori e ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento. Nell’importo delle spese su cui determinare il bonus possono essere conteggiate anche quelle sostenute per il trasporto e il montaggio.
Come per i lavori di ristrutturazione e quelli di riqualificazione energetica, occorre pagare con bonifici bancari o postali, indicando: causale del versamento; codice fiscale del beneficiario della detrazione; numero di partita Iva o codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato. Tuttavia, è consentito pagare anche mediante carte di credito o di debito (rileva il giorno di utilizzo della carta, indicata nella ricevuta della transazione, e non il giorno di addebito sul conto corrente); non è ammesso il pagamento mediante assegni bancari, contanti o altri strumenti.

Il nuovo bonus mobili per giovani coppie
In aggiunta al prorogato “bonus arredi”, il comma 75 della Stabilità 2016 ha istituito un ulteriore “bonus mobili”, riservato esclusivamente alle giovani coppie, quelle cioè nelle quali almeno uno dei due non ha superato i 35 anni di età.
L’agevolazione consiste in una detrazione Irpef pari al 50% delle spese sostenute nel 2016 per l’acquisto di mobili destinati al proprio appartamento, da calcolare su un ammontare complessivo non superiore a 16mila euro e da fruire in dieci quote annuali di pari importo.
Per aver diritto al beneficio, la coppia (sposata o convivente) deve aver costituito nucleo familiare da almeno tre anni ed aver acquistato un’unità immobiliare da destinare a propria abitazione principale.
Il nuovo “bonus mobili” non è cumulabile con l’ordinario “bonus arredi”.

Come Decorare La Casa A Capodanno

Come Decorare La Casa A Capodanno

Se non sapete come decorare la casa a Capodanno vi propongo alcune simpatiche idee:
Assicurati di avere a portata di mano addobbi vari, trombette, cappellini etc..
Come prima cosa decidete quanto spazio destinare alla festa. Fatto ciò tenete conto che potete decorare soffitto, porte, finestre, pareti, tavoli, perfino pavimenti. Abbellite la stanza con ghirlande colorate e stelle filanti e con essi decorate la casa.
Se desiderate trasformare la vostra casa in una sala da ballo fate rifornimento di mascherine, cappelli e fischietti da distribuire agli invitati. Appendete una palla stroboscopica al centro del soffitto ed abbondate con palloncini e stelle filanti.
Per una festicciola in famiglia appendete delle lanterne, pon-pon, girandole e ventagli. Distribuite sulla tovaglia coriandoli, stelline in carta stagnola e stelle filanti. In alternativa potete create un allegro centrotavola riciclando lecca-lecca, fiori secchi e rami di pino spruzzati con spray glitter.
Se cercate qualcosa di più sofisticato distribuite dei
candelabri in argento o cristallo con lunghe candele rosse in punti strategici della casa. Realizzate un nido avvolgendo una striscia di lucine bianche. Al centro adagiatevi dei cioccolatini e caramelle.
Per coloro che amano la semplicità basteranno un paio di candele profumate al centro della tavola. Potete darle un tocco raffinato aggiungendo dei melograni tagliati a metà.
Se non amate le candele e prediligete gli aromi naturali adagiate delle bucce di mandarino sui termosifoni. Un occhio di riguardo andrà alle bollicine: siate creativi e, in base al tema scelto, preparate dei flûte per champagne in cristallo che potete abbellire con fresche fragole.
In casa non possono mancare le stelline pirotecniche e bottigliette lancia stelle filanti.
Se alla festa parteciperanno anche dei bambini non dimenticate di dedicare loro uno spazio in cui giocare ed intrattenersi, fornendo carta, matite colorate, giochi da tavola e un piccolo buffet di dolciumi assortiti e colorati.

BUON ANNO!!

Follow Us!

Sedia Pieghevole Ideale Per Natale

Sedia Pieghevole Ideale Per Natale

A Natale aggiungi un posto a tavola, la sedia pieghevole è l’alleata dello spazio!
Da chiusa occupa solo pochi centimetri, l’ingombro è molto ridotto e il volume occupato è davvero minimo. Si può riporre negli angoli più diversi della casa, appoggiata ad una parete, dietro una porta o addirittura sotto il letto. Non è difficile trovare una collocazione ideale proprio perchè si adatta agli spazi più ristretti. Numerosi modelli sono anche dotati di gancio da parete o carrello movibile per riporre in modo ordinato un numero variabile di sedie.
La sedia pieghevole Stealper esempio, ha una seduta di 43 cm e offre comfort di seduta, ma da chiusa occupa solamente 3,5 cm di profondità.
La sedia pieghevole è pratica, si può aprire e richiudere all’occorrenza con pochi, semplici e veloci movimenti. E’ leggera da sollevare e trasportare ed è pratica da maneggiare.
Lo schienale curvo di numerosi modelli assicura inoltre comfort di seduta. 
Le linee naturali del corpo e della schiena vengono dolcemente avvolte dalla struttura.
La sedia pieghevole è stile ed eleganza, nonostante vengano spesso considerate “sedie di servizio”, possono donare un’aria raffinata ed elegante alla casa. Per esempio la sedia Roberta realizzata interamente in legno, comoda, robusta e leggera disponibile anche bianca.
La sedia pieghevole è una soluzione salvaspazio per i momenti di emergenza. Quella che all’apparenza potrebbe sembrare una seduta scomoda in realtà rispetta criteri funzionali ed estetici. Tutte le caratteristiche che ci si aspetta da una sedia trovano risposta anche in questi modelli.
Se volete un’alternativa allegra alla classica sedia dai colori base, farà sicuramente al caso vostro Kyrastruttura in metallo e sedute disponibili in 6 varianti colore ed un prezzo basic!
Natale è alle porte affrettatevi!!!

Follow Us!

Decorazioni Autunnali Con Vasi In Vetro

decorazioni autunnali

Oggi desidero darvi qualche suggerimento per realizzare delle decorazioni per la casa dal sapore autunnale! Questa stagione è un pò fredda e malinconica, ma anche molto generosa, ed è in grado di offrirci una vasta gamma di colori tutti da sfruttare con facilità, per creare addobbi per le finestre, per le mensole, tipo festoni idea da sfruttare anche e soprattutto per tutti i fortunati che hanno un bel camino in casa.
Oppure, potreste prendere dei vasi in vetro, e riempirli di pigne per esempio, abbinando anche delle foglie di colori differenti, delle ghiande e delle pigne.
Decorare-la-tavola-per-natale-06
Recuperate dei vasetti in vetro abbastanza alti, inserite una candela al centro alta più della metà del boccale, e versatevi intorno dei semi, dei legumi o del mais, sino a metà della candela, l’effetto sarà assicurato!
mais
Adoro realizzare centrotavola di tutti i tipi, è molto semplice, per cominciare, recuperate un vecchio vassoio in legno, in metallo o anche in vetro, oppure anche un piatto grande dal colore neutro, poi prendete una o più candele e abbinatele a tutto quello che avrete raccolto durante una bella passeggiata in campagna!
Decorare-la-tavola-per-natale-07
Realizzerete così, un preziosissimo centro tavola ricco di pigne, foglie, rami secchi, bacche, ghiande e perchè no, anche della frutta fresca come mele, pere e melograni!
Come vedete sono tutte decorazioni poco dispendiose e facili da realizzare, e visto che il weekend sta per arrivare, procuratevi il necessario per realizzare tutto quello che la vostra fantasia vi suggerisce!
Se non possedete alcun vaso trasparente o piatti per i centro tavola potete dare un’occhiata sul nostro sito nella sezione oggettistica tante forme e modelli vi aspettano!!

Buon lavoro e buon fine settimana a tutti!

Follow Us!

Sedie Diverse? Perchè No

Sedie Diverse? Perchè No

Quante volte ci è capitato di aggiungere un posto a tavola e di accostare sedie completamente diverse l’una accanto all’altra? Se a volte è stata una necessità e un’esigenza, adesso possiamo essere tranquille di adottare uno stile di assoluta tendenza!
Per rendere unica la nostra casa occorre soprattutto avere tanta personalità e saper osare;
E allora via libera al nostro stile!
Questa nuova tendenza di design può essere perfetta per arredare una prima casa, dove si sa che le spese da affrontare sono tante, ma allo stesso tempo non si vuole rinunciare a caratterizzare il nuovo nido con qualcosa di esclusivo e anche di accogliente.
Tante sedie di diversi colori e materiali, tutte vicine, danno vita ad un ambiente molto accogliente e che sa di vissuto.
Le sedie sono proprio quei tipici arredi che anche se di seconda mano si possono facilmente trovare in buone condizioni: ecco allora che averne tante e diverse in una stessa stanza, tutte intorno ad un tavolo, può risultare davvero una scelta vincente!
Con tante sedie diverse si ricrea uno stile anche molto spartano lontano da quegli ambienti sofisticati e lussuosi, ma non per questo meno carichi di fascino.
Anche per arredare casa coraggio, personalità e fantasia possono essere caratteristiche essenziali per riuscire ad avere un ambiente che rifletta uno stile fuori dai soliti schemi.

Follow Us!

*foto art. 1069 Sedia Rou66 
*foto art. 1078 Sedia Naviglio

L’arredamento stile “Shabby Chic”

Mobile Porta Tv

Arredamento in stile Shabby Chic cosa si intende?

Il termine appare per la prima volta nel 1980 sulla rivista americana The World of Interiors per definire uno stile “elegante trasandato” . Questo infatti è il significato letterale del termine con il quale si indica un arredamento dal gusto romantico, influenzato dagli stili provenzale, toscano e greco
I mobili in stile shabby chic sono chiari, generalmente color pastello o bianchi e possono esser realmente rovinati o resi antichi da processi industriali o tecniche di colorazione del legno che conferiscono al mobile un aspetto antico.
Ogni ambiente della casa può esser facilmente caratterizzato da questo stile, come l’entrata della casa con un mobile a buffet, ideale come porta oggetti.
I mobili definiti shabby chic non hanno una forma particolare (come per gli altri stili di arredamento) ma una colorazione ben definita: sono vecchi (o fintamente vecchi) ridipinti di chiaro, decapati, “rovinati”.
I segni di usura danno un’aria romantica all’arredamento, ma anche un po’ trasandata.
Ma l’effetto d’insieme non è affatto il trasandato, bensì molto ben curato nei particolari, non solo negli arredi ma anche nei complementi, come un porta tv in stile e nei piccoli decori.
Potete pensare a delle sedie “rovinate” da abbinare magari ad un tavolo total white anche moderno,
come i modelli che potete trovare sul nostro sito Sedia Paese oppure Sedia Lambra.
Possono anche essere degli oggetti a suggerire l’effetto shabby chic: un portafoto decapato, un portavaso di ferro battuto (rigorosamente bianco e “rovinato”), oppure tessuti chiari con tenui stampe floreali.
Anche utensili vintage esposti in cucina, tende di lino, cuscini ricamati, lampadari classici con gocce di vetro, porcellane bianche, persino i fiori recisi esposti in vecchi contenitori di latta usurati dal tempo ci suggeriscono questo stile così particolare e amato.

Follow Us!

 

Come Scegliere Le Sedie

Sedia Billio-P

Come scegliere le sedie non è sempre facile, questo oggetto che una volta forse aveva poca importanza o poca scelta di modelli ora sono considerate un complemento d’arredo
principale, capace di contraddistinguere un determinato stile e rendere unico l’ambiente.

Le sedie devono essere abbinate?

Acquistare una sedia, alla luce del vasto assortimento di prodotti in commercio, non è affatto semplice e sbagliare colore, forma, dimensioni, materiale è molto facile.
Non è essenziale
scegliere sedie che siano in coordinato con il tavolo, è più importante che posseggano una propria identità.
Scegliere una sedia da cucina o per la sala da pranzo implica tenere in considerazione diversi elementi tra cui l’ambiente nel quale vanno collocate, le funzionalità e il comfort di cui si desidera godere e chi saranno i futuri destinatari della sedia stessa.
Una volta analizzate le proprie esigenze sia in termini di superficie disponibile che di bisogni personali, la scelta non può solo prescindere dal tavolo a cui andranno abbinate.
Il coordinato non va più di moda, molto meglio cercare uno stile preciso e accoppiamenti che non differiscano tra loro in maniera troppo netta.

Scegliere il materiale

Per la cucina
La cucina è molto spesso il luogo più “vissuto” della casa
, quindi le sedie devono possedere poche e semplici caratteristiche: resistenti, leggeri e facili da pulire.
Perfetti i materiali plastici, i tessuti antimacchia o anche al cuoio
.
Come per esempio la Sedia Holes – Sedia Deja e tanti altri articoli che potrete visionare sul nostro sito internet
Il
legno resta sempre un materiale dalle grandi potenzialità soprattutto perché è anallergico, idrorepellente e molto igienico.
Il legno è una buona scelta per coloro che desiderano una sedia che duri nel tempo.
Una delle più gettonate è sicuramente la Sedia Paese la classica sedia in legno per eccellenza con seduta in paglia o massello, troviamo anche la Sedia Ada dallo stile più moderno e colorato.
Il materiale di una sedia da cucina è uno degli elementi principali che contribuisce a donare stile alla seduta come ad esempio l’acciaio cromato (Serie Jody
Per la sala
Le sedie di un soggiorno tendono spesso verso il modello poltroncina, sono di dimensioni maggiori, talvolta con braccioli, con imbottiture più consistenti, rivestite di stoffa o pelle.
Lo schienale più alto può essere anch’esso imbottito.
Un modello adatto a questo tipo di ambiente è sicuramente la Sedia Vertical Slimschienale alto e lineamenti semplici.
Della stessa linea la Serie Billio, con la versione più elegante con braccioli in ecopelle bianca,
molti modelli classici sono stati rivisitati ed abbinati a tavoli dalle linee essenziali e minimaliste.
(es. Tavolo Allungabile Infinity)

Durata della sedia

Si è scritto in precedenza che il legno è la scelta di chi intende acquistare una sedia che duri nel lungo periodo, ma prima di tutto bisogna valutare se è necessario acquistare un prodotto che segua la crescita di bambini e adolescenti.
Esistono in commercio, infatti, come ad esempio gli
sgabelli che sono preferibili nel caso di una cucina ad isola, sedie regolabili e che ben si adattano ad una lenta ma costante trasformazione nel corso degli anni.

Visitate il nostro sito internet per conoscere tutti i modelli

Follow Us!

Salvaspazio Consolle Allungabili

Consolle Pinocchio

La richiesta di consolle allungabili è nettamente aumentata negli ultimi periodi, causa spazi sempre più piccoli all’interno delle case.
La consolle è a tutti gli effetti un tavolo allungabile ma non è concepito per essere aperto e chiuso tutti i giorni, è pensata per essere aperta just in case, quindi per una cena con amici o aperitivi vari.
Sono perfette per chi non può o non vuole avere un grande tavolo sempre aperto ma non vuole rinunciare ad avere ospiti a cena. Infatti, quando sono completamente chiuse, hanno piccolissime dimensioni, e possono essere utilizzati come scrivania, piano di lavoro per il computer o come semplice oggetto d’arredo.
Molti i modelli tra cui scegliere, tra diverse finiture, colori e misure
, facili da montare e smontare e comunque di piacevole aspetto estetico.

L’arredo come idea regalo..
Il Natale si avvicina e sul nostro sito potrete trovare molti modelli di sedute, consolle e complementi d’arredo come originali idee regalo per tutti i gusti ed esigenze.
Particolarmente interessante la consolle Pinocchio che, quasi come per magia, diventa un tavolo con notevoli possibilità di estensione, ben 5 allunghe da 52cm, fino ad ospitare 14 persone circa.
Design pulito e lineare, la struttura in metallo laccato antigraffio, la rendono perfetta per la zona giorno e a adatta a qualsiasi accostamento cromatico.
La versatilità è la caratteristica principale di questa consolle adatta sia come disimpegno che come tavolo protagonista di grandi banchetti.
Ideale abbinamento sono le sedie pieghevoli in particolare il modello Kyra, economiche, colorate e adatte per aggiungere posti a tavola proprio sotto le feste Natalizie o per cene in compagnia di amici!
Vi consiglio come sempre di sbirciare il nostro sito internet per acquistare o per farvi regalare in tempo qualche complemento d’arredo!!!! 


Follow Us!